Aria malata, mortalità ELEVATA: la provincia di Pavia sul podio

Il progetto VIIAS (Valutazione integrata dell’impatto ambientale e sanitario dell’inquinamento atmosferico) studia l’inquinamento in Italia attraverso i dati e presenta una mappa dettagliata dell’impatto sanitario dell’inquinamento in Italia con particolare attenzione all’aria malata: applicando sofisticati modelli previsionali della concentrazioni degli inquinanti su tutto il territorio nazionale, il progetto VIIAS ha stimato sia l’esposizione della popolazione italiana, sia la mortalità totale che quella per malattie respiratorie, cardiocircolatorie e tumore del polmone in tutta Italia fino al dettaglio regionale.

Sul podio del primato per MORTI DA INQUINAMENTO, la provincia di #Pavia continua a essere seconda solo a #Milano, grazie alle alte concentrazioni di inquinanti atmosferici.

Notizia non nuova ma a fronte della quale ancora non si fa nulla di concreto per invertire la rotta e si persevera i direzioni non virutose: non dimentichiamo la settimana di Pasqua che ha visto arrivare i primi conferimenti di #amianto alla discarica di Ferrera Erbognone, ha visto arrivare i nulla osta al nuovo impianto #fanghi di Mortara e all’ampliamento dell’#inceneritore di Corteolona…

I dati più rilevanti raccontati attraverso mappe e infografiche.

ttps://www.viias.it

https://laprovinciapavese.gelocal.it/pavia/cronaca/2019/05/05/news/aria-malata-e-allarme-salute-nel-2020-causera-900-decessi-1.30690054

http://www.rifiutiamoci.it/la-sorpresa-nelluovo-di-pasqua-amianto-e-fanghi/

http://www.rifiutiamoci.it/lo-scettro-dellinquinamento-alla-provincia-di-pavia/

 

 

Please follow and like us:

Mortara e Parona discutono di compensazioni ambientali: e la salute dei cittadini?

Compensazioni ambientali: così li chiamano i denari che il comune di Parona Lomellina (PV) ha ricevuto negli anni dal gestore dell’#inceneritore locale, Lomellina Energia.

Denari in cambio della #salute dei cittadini, denari per far dimenticare i danni che provoca l’incenerimento dei rifiuti sulla salute e sull’ambiente.

Il confinante comune di Mortara (PV) ne reclama un terzo in virtù di un accordo risalente alla costruzione della prima caldaia. Denari che con la costruzione della seconda caldaia non sarebbero più stati elargiti.

Denari che costituiscono un bel malloppo per un’amministrazione comunale se si pensa che il comune di Parona avrebbe ricevuto negli anni più di 2 milioni di euro.

Questo il prezzo della salute dei cittadini. E tra i due litiganti, il terzo …. muore.

https://ilnuovolomellino.it/articolo/scoppia-la-guerra-tra-oca-e-offella-scontro-sui-rimborsi-del-termo-parona-vorrebbe-uno-sconticino?fbclid=IwAR0y8sL8YdRD8JCVG50wBYDgRevYSRJqpGQvP6GgpkgB3QBxlaneeKiJPoY

http://www.rifiutiamoci.it/io-dico-no-lambiente-e-il-polmone-della-nostra-vita/

http://www.rifiutiamoci.it/parona-venduta-sempre-piu-rifiuti-in-arrivo-dal-sud/

 

Please follow and like us:

io dico NO! perchè è un’idiozia

i cittadini dicono e motivano il loro NO! all’ampliamento dell’inceneritore di Parona Lomellina

nel video la testimonianza dell’ambientalista Renato Soffritti

“io dico NO! perchè bruciare risorse ovvero soldi per fare corrente è un’idiozia. – FIRMA LA PETIZIONE: per questo diciamo NO! alla terza caldaia dell’inceneritore di Parona Lomellina”

http://www.rifiutiamoci.it/parona-venduta-sempre-piu-rifiuti-in-arrivo-dal-sud/

http://www.rifiutiamoci.it/2022-anno-nuovo-inceneritore-nuovo/

 

Please follow and like us:

Inceneritori e salute: la locandina dell’evento del 15/03 a Mortara

A Palazzo Cambieri nel comune di Mortara (Pv) in Corso Garibaldi 44 il 15 Marzo si svolgerà una serata per dire NO! all’ampliamento dell’inceneritore di Parona Lomellina (PV)

Invitiamo i cittadini a partecipare: parleremo di RIFIUTI e INCENERITORI perchè in una zona a VOCAZIONE AGRICOLA sembra si sia perso il punto di vista primario: la tutela della nostra SALUTE e dell’AMBIENTE che ci circonda.

Teniamo alta l’attenzione con una serata che affronti queste tematiche e non diamoci per vinti, ma soprattutto RifiutiAMOci di SUBIRE passivamente! Combattiamo la cecità istituzionale e la cecità di molti cittadini che ancora giustificano certe politiche scellerate, informandoci e informando.

Parliamo di RIFIUTI e INCENERITORI il 15 Marzo ore 21 a Mortara (PV), partecipiamo numerosi.

http://www.rifiutiamoci.it/parona-divieto-di-consumo-di-uova-e-carni-di-galline-locali-dal-2011/

http://www.rifiutiamoci.it/2022-anno-nuovo-inceneritore-nuovo/

Please follow and like us:

io dico NO! l’ambiente è il polmone della nostra vita

i cittadini dicono e motivano il loro NO! all’ampliamento dell’inceneritore di Parona Lomellina

nel video la testimonianza di una cittadina

“io dico NO! perché l’ambiente è il polmone della nostra vita

Please follow and like us:

RIFIUTI e AMIANTO a PIEVE DEL CAIRO: la locandina dell’evento

Nella Sala polifunzionale del comune di Pieve del Cairo (Pv) in via Piazza Guglielmo Marconi 6, il 22 Febbraio si svolgerà una serata a tema “RIFIUTI e AMIANTO”.

Invitiamo i cittadini a partecipare: parleremo di RIFIUTI e AMIANTO perché tra  la nascente DISCARICA DI AMIANTO e gli spargimenti di FANGHI  nei pressi di due INCENERITORI in una zona a VOCAZIONE AGRICOLA sembra si sia perso il punto di vista primario: la tutela della nostra SALUTE e dell’AMBIENTE che ci circonda.

Teniamo alta l’attenzione con una serata che affronti queste tematiche e non diamoci per vinti, ma soprattutto RifiutiAMOci di SUBIRE passivamente! Combattiamo la cecità istituzionale e la cecità di molti cittadini che ancora giustificano certe politiche scellerate, informandoci e informando.

Parliamo di RIFIUTI e AMIANTO il 22 Febbraio ore 21 a Pieve del Cairo (PV), partecipiamo numerosi.

http://www.rifiutiamoci.it/lamianto-non-perdona/

http://www.rifiutiamoci.it/riso-e-amianto-dalla-lomellina-presto-sulle-nostre-tavole/

http://www.rifiutiamoci.it/inizio-lavori-alla-discarica-di-ferrera-erbognone/

Please follow and like us:

C come Cortolona: per non dimenticare

Era il 3 gennaio dello scorso anno quando un devastante #incendio portò alla ribalta della cronaca il paese di Corteolona, già provato dalle vicissitudini per l’ampliamento dell’#inceneritore locale.

#RIFIUTI, sempre di rifiuti si trattava, ma questa volta ILLECITAMENTE stoccati e bruciati nel vano tentativo di far sparire le tracce di un accumulo proveniente da impianti saturi. Erano stati trasportati in modo ABUSIVO in quel ormai-famoso capannone preso in affitto e affidato alle fiamme per nascondere l’illecito.

Una lunga notte che difficilmente il pavese dimenticherà, a poca distanza dal tragico mattino di quel 6 settembre 2017 in cui, sempre nel pavese,  Mortara salì alla ribalta nazionale sempre per un pauroso incendio e sempre per rifiuti.

Corteolona come Mortara ma non solo….

A un anno di distanza, in questi giorni, si sono rimossi i sigilli di protezione del capannone di Corteolona in vista del sopralluogo per la bonifica ed è iniziato il processo ai malfattori.

Troverà la serenità questa cittadinanza già provata nella tutela della #salute e dell’#ambiente che la circonda?

http://www.rifiutiamoci.it/366-2/

https://www.milanopost.info/2018/10/12/arrestati-dai-carabinieri-i-responsabili-dellincendio-della-discarica-abusiva-di-corteolona-pv/

https://laprovinciapavese.gelocal.it/pavia/cronaca/2019/02/08/news/rogo-nel-capannone-inizia-il-processo-1.17737407

Please follow and like us:

B come Bioaccumolo

Si parla sempre più spesso di ” bioaccumolo “, ma cos’è ?

Il bioaccumolo è il processo attraverso cui sostanze tossiche inquinanti – come per esempio le DIOSSINE  – si insediano e si accumulano nell’organismo in concentrazioni superiori a quelle riscontrate nell’ambiente circostante. Questo accumulo può avvenire per via respiratoria, ingestione o semplice contatto, in funzione del tipo di sostanza.

La pericolosità della diossina è dovuta alla persistenza negli ecosistemi in quanto non si volatizza con l’aria né si scioglie con l’acqua: trasportata dalle correnti atmosferiche, in virtù della sua volatilità, ricade in zone anche molto distanti da quella di origine, contaminando l’acqua ed il terreno, per poi passare nell’alimentazione animale e da qui all’uomohttp://www.my-personaltrainer.it/salute/diossina.html

ricordiamo a questo proposito:

Mortara, Corteolona e Parona: il TRIANGOLO della diossina:

Parona, divieto di consumare uova locali dal 2011

 

 

Please follow and like us:

A come Accanimento

Accanimento territoriale, di questo si può parlare nella provincia di Pavia: una provincia a VOCAZIONE AGRICOLA più spesso alla ribalta per questioni ambientali poco virtuose.

Nella provincia di Pavia sono presenti due #inceneritori – a Parona Lomellina e Corteolona – che invece di pensare a essere dismessi per correre verso una gestione “rifiuti zero” (http://www.zerowasteitaly.org/), saranno presto ampliati per bruciare rifiuti provenienti da altre regioni.

Molte le aziende che gestiscono #fanghi e a breve un nuovo colosso sarà attivo in quel di Mortara, insediamento NON voluto dai cittadini ma che comunque presto entrerà in funzione.

Ai piedi di una delle più grandi raffinerie d’Europa – a Ferrera Erbognone – si è autorizzata una delle più grandi discariche di #amianto europee, NON voluta dai cittadini ma che comunque presto entrerà in funzione, pur con ricorsi pendenti.

Non manca neanche la #radioattività: a Parona Lomellina sono stipati da anni rifiuti radioattivi che attendono di avere una collocazione consona al loro grado di pericolosità e l’acqua di Mortara negli anni scorsi ha avuto presenze di cesio 137 giudicate non pericolose.

Sempre a Parona Lomellina ricordiamo che dal 2011 vige il divieto di mangiare uova delle proprie galline a causa dei costanti elevati livelli di #diossina presenti.

E non dimentichiamo i numerosi incendi spontanei di #rifiuti che hanno caratterizzato gli ultimi anni, in particolare a Mortara e Corteolona.

A come Accanimento quindi, accanimento al degrado di una terra bellissima sempre più violata dagli interessi umani poco lungimiranti nel curarla e conservarla.

 

 

 

Please follow and like us:

RIFIUTI, parliamone a BORNASCO: la locandina

Nella Sala Consiliare del comune di Bornasco (Pv) in via Trento 4, il 1° Febbraio si svolgerà una serata a tema “RIFIUTI”

Invitiamo i cittadini a partecipare: parleremo di RIFIUTI perché tra la raccolta non-differenziata, gli spargimenti di FANGHI, i tetti di AMIANTO in una zona a VOCAZIONE AGRICOLA sembra si sia perso il punto di vista primario: la tutela della nostra SALUTE e dell’AMBIENTE che ci circonda.

Teniamo alta l’attenzione con una serata che affronti queste tematiche e non diamoci per vinti, ma soprattutto RifiutiAMOci di SUBIRE passivamente! Combattiamo la cecità istituzionale e la cecità di molti cittadini che ancora giustificano certe politiche scellerate, informandoci e informando.

Parliamo di RIFIUTI il 1° Febbraio ore 21 a Bornasco (PV), partecipiamo numerosi

Please follow and like us: