Inceneritore di Parona, terza linea: PERCHE’ ?

Si torna a parlare della costruzione della terza linea dell’#inceneritore di  #Parona Lomellina che dovrebbe andare in funzione nel 2022: ma PERCHE’?

Grazie all’introduzione della #racolta differenziata, l’impianto già lavora a metà regime e importa rifiuti provenienti da altre regioni meno virtuose per mantenersi in vita: producendo sempre meno indifferenziata a livello locale, PERCHE’ continuare sulla strada dell’importazione e dell’incenerimento di rifiuti da altre regioni per mantenere in vita l’#inceneritore, progettando addirittura di ampliarlo a breve con un’altra linea?

Non sarebbe forse più opportuna una pianificazione territoriale virtuosa che diversifichi le attività di selezione e pretrattamento dei #rifiuti al fine di RECUPERARE i materiali?

E chissà che gli inquinanti che si propagano dalle combustioni smettano di inquinare

 

 

 

 

Please follow and like us:

Un commento su “Inceneritore di Parona, terza linea: PERCHE’ ?”

  1. Non si comprende dove sta la logica, visto che anche le direttive comunitarie prediligono queste soluzioni, da noi poi non è giustificato investire ancora nell’incenerimento in quanto non ne abbiamo la necessità, non è neanche logico inquinare con i camion il nord che già è in sofferenza facendo viaggiare i camion su e giù per l’italia visto che tanti rifiuti del nostro territorio vanno addirittura altrove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *