Un commento su “da l’Informatore Lomellino del 20/03/2019”

  1. Sono perfettamente d’accordo con voi. È impensabile realizzare due possibili fonti di inquinamento con la situazione sanitaria attuale. Non bisogna essere scienziati per capire che l’inquinamento va a nozze con le epidemie. Guarda caso le zone più colpite dal Coronavirus sono il pavese,il cremonese,il basso bresciano,il piacentino,ecc. tutte zone altamente inquinate. Signori è ora di intervenire,i contratti per la realizzazione degli inceneritori di parona e Corteolona sono esecutivi tra A2A e una società di Milano, bisogna bloccarli prima che sia troppo tardi. Il momento è favorevole….sfruttiamo purtroppo questo terribile momento. Vi ringrazio e vi saluto. Mi raccomando bisogna agire immediatamente….prima cioè che si possano creare danni economici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *