Tromello: serata annullata

Ci scusiamo con i cittadini di TROMELLO e con tutti i cittadini che ci seguono che la serata informativa di stasera NON POTRA’ ESSERE SVOLTA

Ringraziamo l’Associazione Imparare che ci ospitava e ci scusiamo per aver ingenuamente ritenuto che il tema dei rifiuti e dell’ambiente potesse essere ricondotto alla finalità istituzionali dell’Associazione stessa – come citato nell’art 3.6 dello Statuto – di favorire iniziative culturali e sociali, organizzare conferenze e manifestazioni nonché ogni altra iniziativa che possa rappresentare motivo di interesse e di incontro collettivo.

Ringraziamo il Comune di Tromello che, attento alle nostre iniziative, ci ha informato dell’INOPPORTUNITA’ della nostra serata: sarà nostra cura tornare al più presto in una location adeguata

Seguiteci, vi teniamo aggiornati

Ecopoint, che passione!

Ecopoint per i #rifiuti anche nelle scuole di Broni  dopo l’esperienza estiva delle feste a Cigognola.

Il 5 Ottobre è stato introdotto nelle attività scolastiche del sabato mattina un Ecopoint per fare  informazione “sul campo” ai ragazzi.

Sotto il gazebo si sono riuniti studenti curiosi e cittadini-formatori tutti accumunati dalla voglia di portare virtù nella quotidianità, nel pieno rispetto #ambiente che ci circonda.

Si replica il 12 Ottobre e speriamo che sia solo l’inizio di tanti altri momenti formativi con i ragazzi del pavese.

http://www.rifiutiamoci.it/ecopoint-e-la-gestione-virtuosa-dei-rifiuti/

 

 

Rifiuti: la locandina dell’evento del 18 Ottobre a Tromello

Nella Sala dell’Associazione Imparare  del comune di Tromello (Pv) in via Togliatti 5, il 18 Ottobre si svolgerà una serata informativa a tema #ambiente.

Si parlerà di #RIFIUTI e #FANGHI con i cittadini di RifiutiAMOci, con la G.E.V Enrico Vignati e con il biologo Giuseppe Damiani … perché si può fare la differenza.

Vi aspettiamo!

http://www.rifiutiamoci.it/gev-guardie-ecologiche-volontarie-a-tutela-dellambiente/

http://www.rifiutiamoci.it/la-provincia-pavese-del-giorno-11-10-2019/

http://www.rifiutiamoci.it/eco-compattatori-e-rifiuti-un-binomio-vincente/

Discarica di AMIANTO a Ferrera: i cittadini non ci stanno

Parliamo di AMIANTO e diamo supporto ai cittadini della Lomellina evidenziando questa iniziativa locale:  a pochi giorni dalla sentenza TAR che dovrebbe legittimare o meno l’avvio della discarica di #amianto a Ferrera Erbognone (Pv) prevista per l’8 ottobre, I CITTADINI NON CI STANNO e vogliono manifestare il loro DISSENSO ritrovandosi domenica 29 settembre per dire tutti insieme il loro “NO!”.

Ricordiamo infatti che il Comune di Ferrera Erbognone ha RINUNCIATO lo scorso mese al ricorso al Tar, tentato da sindaci e ambientalisti per chiuderla, deludendo le aspettative dei cittadini consci che in caso di incidenti all’impianto sarebbero i più colpiti insieme ai vicini abitanti di Sannazzaro de’ Burgondi.

Lontana invece è l’autostrada, che costringe i camion a raggiungere la discarica attraversando piccoli paesi prima di arrivare a destinazione, paesi i cui cittadini si interrogano sulle POLVERI volatili di amianto e i CONTROLLI che dovrebbero essere fatti.
L’appuntamento è quindi per domenica 29 settembre alle ore 10:00 nel parcheggio della piscina di Ferrera Erbognone per raggiungere la casa comunale e dire proprio lì tutti insieme il proprio NO!

 

Eco-compattatori e rifiuti, un binomio vincente

Gli ECO-COMPATTATORI sono macchine che consentono la raccolta, selezione e riduzione volumetrica degli imballaggi alimentari (bottiglie in Pet, flaconi, lattine in alluminio e tappi) rilasciando ad ogni conferimento PREMI O BUONI SCONTO da spendere nei negozi aderenti al circuito del green marketing.

Un Comune che decide di gestire in modo virtuoso la raccolta differenziata dei #rifiuti, può installare gli eco-compattatori forniti in comodato d’uso gratuito e premiare così i cittadini, dimostrando nel contempo la propria attenzione per l’#ambiente.

Nella piena consapevolezza che il #rifiuto è una #RISORSA, il Comune che accetta di usufruirne avrà non pochi vantaggi:

  • 1. cittadini incentivati a differenziare i propri rifiuti conferendo un materiale GIA’ SELEZIONATO e quindi con un valore economico superiore allo stesso materiale, mischiato nel rudo e un risparmio  sui costi di raccolta, selezione e smaltimento degli imballaggi alimentari quali bottiglie in plastica (PET), flaconi (HDPE), lattine in alluminio e tappi.
  • 2. diminuendo i costi per la gestione rifiuti il Comune potrebbe e dovrebbe cominciare a RIDURRE LE TASSE sull’immondizia, con l’aiuto proprio degli stessi cittadini.
  • 3. Premiando i cittadini con buoni sconto per fare la spesa, il Comune aiuta concretamente anche le ATTIVITA’ COMMERCIALI del territorio
  • 4. una famiglia di medie dimensioni può arrivare a RISPARMIARE fino a 300 euro all’anno.

Se c’è la volontà andare in una certa direzione, la strada la si trova, spesso proprio accanto a noi

https://www.riciclia.it/comuni-gdo-cittadini/

http://www.rifiutiamoci.it/reverse-vending-fare-soldi-con-i-rifiuti/

 

 

 

Il dilemma quotidiano: alberi e 5G

Quotidianamente assistiamo a manifestazioni ambientaliste che individuano nella PIANTUMAZIONE DEGLI ALBERI l’unica via per arginare i problemi climatici che assillano in maniera sempre più evidente tutto il pianeta.

Quotidianamente assistiamo a segnalazioni di cittadini che assistono al TAGLIO DI ALBERI apparentemente sani, talmente in concomitanza da trovare un’unica giustificazione nel pensiero collettivo: lasciare posto alla rete 5G.

Quotidianamente assistiamo quindi a un vero e proprio “dilemma”: gli alberi vanno piantati o tagliati?

Ci domandiamo: la soluzione individuata di piantare alberi per ostacolare i cambiamenti climatici non è in contrapposizione all’esigenza di fare spazio alla nuova rete 5G ?  l’esigenza di salvare il pianeta e poter avere una dignitosa vita reale non dovrebbe essere prioritaria rispetto al desiderio di fare follie in una vita virtuale?

Ma sopratutto:  ai cittadini interessa davvero così tanto il 5G – i cui effetti sulla salute ancora NON SONO NOTI – da rinunciare a quanto la natura gli ha donato, incuranti del PRINCIPIO DI PRECAUZIONE sempre più decantato da medici autorevoli?

Riflettiamoci

http://www.rifiutiamoci.it/il-sindaco-e-responsabile-della-salute-dei-suoi-cittadini/

http://www.greenissimo.it/Quanti-alberi-salvare-pianeta

https://www.trilliontreecampaign.org/

https://www.ambientebio.it/salute/rischi-salute/tecnologia-5g-sperimentazione-italia-120-comuni-abbattono-alberi-video/

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/01/03/5g-arriva-la-prima-frenata-lagcm-auspica-la-rimozione-degli-ostacoli/4871913/

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=LEGISSUM%3Al32042

 

 

Ecopoint e la gestione virtuosa dei rifiuti

Gli Ecopoint sono una realtà virtuosa che comincia a diffondersi nei momenti di convivialità cittadina per il conferimento dei #rifiuti in modo appropriato.

L’idea è nata qualche anno fa nel bresciano e si sta diffondendo – a nostro sapere – anche nel lodigiano e nel pavese, dove sempre più comuni e cittadini dimostrano sensibilità a questa tematica.

Si può fare festa anche gestendo in modo VIRTUOSO i rifiuti e  dimenticando il sacco unico dove gettare qualunque cosa.

Attrezziamoci con un gazebo, un bidone dedicato in modo esclusivo a ogni tipo di rifiuto con persone di buona volontà che coordinano i lavori e un momento di convivialità può diventare un momento INFORMATIVO ed EDUCATIVO per grandi e piccini

Non dimentichiamo infatti che i nostri rifiuti hanno un VALORE e differenziandoli in modo appropriato possono tornare a essere una RISORSA per la collettività.

Importante: che l’Ecopoint sia ben visibile ai partecipanti all’evento e che non ci siano altri bidoni oltre quelli dell’Ecopoint, in modo che non ci si possa esimere dal recarsi e constatare come CI VUOLE DAVVERO POCO per fare …. TANTO.

Il Sindaco è RESPONSABILE della salute dei suoi cittadini?

Forse non tutti sanno che il Sindaco è RESPONSABILE della salute dei suoi cittadini: è tenuto a prendere provvedimenti se le condizioni ambientali sono invivibili, se esistono pericoli incombenti e DEVE INFORMARE la popolazione dei rischi rilevanti cui è sottoposta.

Ma succede sempre così?

Nella quotidianità, Il Sindaco è DAVVERO responsabile della salute dei suoi cittadini?

Ci teniamo a ricordare questa funzione dei primi cittadini dei nostri paesi e città, perché a volte sembra una funzione un po’ sfumata come i fumi che spesso aleggiano sulle nostre teste,  fumi che derivano da combustioni e lavorazioni inappropriate, dolose o colpose che siano.

Ricordiamocelo…..

http://www.rifiutiamoci.it/mortara-e-parona-discutono-di-compensazioni-ambientali-e-la-salute-dei-cittadini/

http://www.rifiutiamoci.it/aria-malata-mortalita-elevata-la-provincia-di-pavia-sul-podio/

http://www.rifiutiamoci.it/parona-divieto-di-consumo-di-uova-e-carni-di-galline-locali-dal-2011/

 

 

 

Aria malata, mortalità ELEVATA: la provincia di Pavia sul podio

Il progetto VIIAS (Valutazione integrata dell’impatto ambientale e sanitario dell’inquinamento atmosferico) studia l’inquinamento in Italia attraverso i dati e presenta una mappa dettagliata dell’impatto sanitario dell’inquinamento in Italia con particolare attenzione all’aria malata: applicando sofisticati modelli previsionali della concentrazioni degli inquinanti su tutto il territorio nazionale, il progetto VIIAS ha stimato sia l’esposizione della popolazione italiana, sia la mortalità totale che quella per malattie respiratorie, cardiocircolatorie e tumore del polmone in tutta Italia fino al dettaglio regionale.

Sul podio del primato per MORTI DA INQUINAMENTO, la provincia di #Pavia continua a essere seconda solo a #Milano, grazie alle alte concentrazioni di inquinanti atmosferici.

Notizia non nuova ma a fronte della quale ancora non si fa nulla di concreto per invertire la rotta e si persevera i direzioni non virutose: non dimentichiamo la settimana di Pasqua che ha visto arrivare i primi conferimenti di #amianto alla discarica di Ferrera Erbognone, ha visto arrivare i nulla osta al nuovo impianto #fanghi di Mortara e all’ampliamento dell’#inceneritore di Corteolona…

I dati più rilevanti raccontati attraverso mappe e infografiche.

ttps://www.viias.it

https://laprovinciapavese.gelocal.it/pavia/cronaca/2019/05/05/news/aria-malata-e-allarme-salute-nel-2020-causera-900-decessi-1.30690054

http://www.rifiutiamoci.it/la-sorpresa-nelluovo-di-pasqua-amianto-e-fanghi/

http://www.rifiutiamoci.it/lo-scettro-dellinquinamento-alla-provincia-di-pavia/